Scene da un matrimonio

Print

La coppia è formata da Anna di 38 anni, casalinga a tempo pieno. Ha rinunciato allo studio perché ai tempi dell’Università è rimasta incinta della primogenita e si è sposata. Si era ripromessa di riprendere gli studi ma per una serie di circostanze non l’ha mai fatto.

Il Marito, Lello, di 46 anni, impiegato comunale, sta poco in casa, quando non lavora va in Palestra, accanito tifoso della squadra della sua città, non si perde una partita. A completare il quadro familiare ci sono due ragazze, Rosa di 16 anni e Cristina di 13.
Il rapporto tra Anna e Lello è caratterizzato da scontri verbali intervallati da periodi di tregua nel corso dei quali ognuno fa la sua vita.
Lello ha un’ora di spacco tra il lavoro mattutino e quello pomeridiano e torna a casa per pranzare.

Lello: ciao cara

Anna: cia!

Lello: amore cosa mi hai preparato di bello?

Anna: …. sul tavolo c’è il menu,  scegli liberamente e la tua cuoca preferita esaudirà tutti i desideri….almeno questi…. Ah scusami, dimenticavo, la carta dei vini è sul camino che ho acceso per farti trovare un ambiente caddo caddo….

Lello:  iniziamo bene… cos’è ti ha morsicato una tarantola?

Anna: mi morde una tarantola al giorno da quando ti ho sposato.

Lello: è possibile che sei sempre così acida nei miei confronti, io vengo a casa, animato da buone intenzioni e poi ricevo questa accoglienza, sono stanco…non c’è la faccio più…….mi stai rovinando la vita..

Anna: a parte il fatto che le tue buone intenzioni sono solo quelle di trovare un pasto caldo, mangiare, farti il riposino e riandartene a lavoro… vorrà dire che, per non rovinarti la vita, la prossima volta mi farò trovare sull’uscio della porta  in calza maglia a rete con un aperitivo in mano. Ti va bene?

Lello: Perché no, sarebbe certamente meglio dell’accoglienza che mi riservi.

Anna: basta chiedere…luce dei miei occhi….. e oltre alla domestica, alla cuoca, alla baby-sitter  farò anche la tua escort personale, basta che tu sia felice e non ti rovini la vita… maritino dolce mio.

Lello: Non c’è la faccio più a sopportare la tua ironia del c…,mi fai salire una rabbia.. è arrivato il momento di  prendere una decisione se no finisce male. Forse separarci è la cosa migliore…

Anna: Dio nuovo il discorso della separazione! Ho perso il conto di quante volte hai detto che volevi andare via e poi stai sempre qui…. Ti calmi e tutto ritorna come prima. Cos’è hai paura di stare da solo? Di perdere le tue comodità? Puoi sempre tornare da mammina…non aspetta altro che riprendersi il suo gioiellino…..

Lello: io sono un uomo capace di rifarsi una vita! solamente ….. penso alle ragazze, non voglio turbarle e poi non mi posso permettere di darti gli alimenti,….. dovrei cercarmi una casa perché ci credi o no non tornerei da quella santa donna di mia madre, l’unica…. che mi capisce veramente.

Anna: bene stai con me solo per comodità, ti piace la vita ordinata, il pranzo servito, la camicia stirata, il letto caldo a sera, l’organizzatrice delle vacanza e delle poche attività di divertimento… se avessi anch’io queste comodità ti terrei stretto… peccato che non sia così…

Lello: ma cosa ti manca?

Anna: Tu dici a me cosa ti manca? Ma non mi vedi? vicino a chi sono stato negli ultimi venti anni? o credi che sia diventata acida perché mi bevo la candeggina? Sono insoddisfatta, delusa, mi manca il tuo affetto, la tua attenzione, ti accorgi che esisto solo quando ti serve qualcosa.

Lello: io non vedo che facciamo una vita diversa da quella dei nostri amici.

Anna: fingono….. come fingiamo noi  quando siamo con gli altri, chi di loro, vedendoci, direbbe che siamo al collasso del nostro matrimonio? Dobbiamo salvare le apparenze, non ci piace che ci parlino dietro.

Lello: sei come tutte le donne, esagerata e pronta solo a lamentarti, in fondo dei risultati li abbiamo ottenuti, il mutuo della casa lo stiamo pagando, le ragazze studiano e sono in buona salute, ma cosa vuoi di più dalla vita?

Anna: Ubriacarmi con l’amaro Lucano per dimenticare l’errore più grande della mia vita.

Corso per genitori

Inizio Novembre 2016

Sostegno coppie di separati